Windows Server 2019 Standard

Svuota

129.00589.00

Descrizione

Perché Windows Server 2019 Standard

Il nuovo Windows Server 2019 Standard è l’evoluzione del popolare sistema operativo Windows Server 2016, adatto alla maggior parte degli scenari infrastrutturali e anche ai carichi di lavoro come Microsoft SQL Server o Microsoft SharePoint. Oltre agli standard di sicurezza di Windows Server 2016, vengono fornite efficienti funzioni di protezione dalle minacce. Per esempio, le macchine virtuali (VM) sono state migliorate per proteggere le applicazioni sensibili. Ora sono supportate anche le VM di Linux. Gli amministratori possono anche criptare facilmente i segmenti di rete tra i server. Una nuova caratteristica introdotta è Windows Defender Advanced Threat Protection (ATP). Questo fornisce una protezione proattiva contro gli attacchi e gli exploit zero-day in Windows Server 2019 Standard. Permette anche di gestire centralmente l’intero ciclo di vita della sicurezza.

Strumento di gestione del serveraltamente funzionale

La versione 2019 di Windows Server rende possibili scenari di cloud ibrido. Si basa sul Progetto Honolulu, che è stato introdotto nel 2017. Gli ambienti Windows Server esistenti possono essere facilmente collegati ai nuovi servizi cloud. Gli utenti possono quindi integrare facilmente Azure Backup, Disaster Recovery, Azure File Sync e altri servizi Microsoft in infrastrutture e applicazioni esistenti. Il software Project Honolulu è stato presentato ufficialmente in concomitanza con il rilascio di Windows Server 2019. Questo strumento di gestione del server è un’interfaccia centrale per gestire i server in esecuzione – con o senza GUI – su Windows 2019, 2016 o 2012R2. Compiti tipici come il monitoraggio delle prestazioni o la configurazione del server diventano più facili perché sono progettati in modo diverso in Project Honolulu. Anche la gestione dei servizi Windows in architetture server miste è stata semplificata.

Container più piccoli e infrastrutture HCI

Windows Server 2019 Standard fornisce più supporto di prima agli sviluppatori per modernizzare le applicazioni esistenti quando lavorano con le tecnologie container. Le immagini container di base di Server Core del sistema operativo sono utilizzate per questo scopo. Le immagini possono essere rimpicciolite fino a un terzo delle loro dimensioni attuali. Questo riduce anche il tempo di download di circa il 72%. C’è anche il supporto per il sistema di container open-source Kubernetes. Le infrastrutture iperconvergenti (HCI) sono già note da Windows Server 2016 e dal programma Windows Server Software Defined. Le soluzioni HCI preconfigurate sono utili anche in Windows Server 2019. Aiutano a soddisfare le esigenze di calcolo e di stoccaggio e sono facili da distribuire e scalare. Possono anche essere gestite attraverso Project Honolulu, semplificando notevolmente le implementazioni HCI quotidiane.

Windows Server 2019 estende le prestazioni e l’affidabilità

Si rende possible anche l’utilizzo come Remote Desktop Session Host (RDSH). Questo permette ai programmi basati su Windows o all’intero desktop di essere condivisi tra gli utenti quando sono in esecuzione sull’host. Anche le nuove funzioni di gestione dello storage sono interessanti. Storage Migration Services (SMS) permette di aggiornare i vecchi file server in particolare alla versione 2019. Nel processo, vengono trasferiti dati, diritti di accesso e impostazioni. La migrazione dello storage trasferisce l’identità del vecchio server ad uno nuovo, permettendo alla macchina precedente di essere fuori dalla rete. Lo strumento necessario è incluso negli strumenti di Honolulu. Windows Server 2019 Standard offre inoltre la funzione Storage Replica. Era già incluso nella Datacenter Edition di Windows Server 2016 e viene utilizzato per la replica a blocchi di volumi tra server e cluster. Windows Server 2019 è anche dotato di un’interfaccia grafica, che alcuni utenti hanno perso nella versione 2016.

COD: N/A Categorie: , ,